Butyrospermum parkii butter

Il burro di karitè è una sostanza naturale estratta dai semi di un albero africano chiamato anche Butyrospermun parkii in onore del suo scopritore Mungo Park, esploratore scozzese della fine del Settecento che in uno dei suoi molti viaggi lungo il fiume Niger scoprì proprietà e usi che ne facevano le popolazioni indigene locali. L’albero del Karité cresce spontaneo in Africa Centrale, è un albero imponente alto fino a 10-15 metri con foglie verdi scure raggruppate alla fine dei rami. I suoi frutti assomigliano alle prugne e al loro interno racchiudono uno o due noccioli. Le popolazioni africane utilizzano il burro di karité fin da tempi remoti, tanto che l’albero viene chiamato “ albero della salute e della giovinezza” proprio per le proprietà benefiche delle sue nocida cui viene ricavata una sostanza burrosa. Il burro di karitè grezzo è di colore tendente al giallognolo e presenta un odore dolciastro. Per l’utilizzo cosmetico si trova in commercio il burro di karitè privato di ogni impurità e deodorizzato. Uso per viso e corpo: Fai sciogliere una piccola noce di burro di Karité sulle mani e poi applicalo sulla pelle massaggiando. Ricco di vitamina A, B, E ed F, Il burro di karité è un ottimo anti-age. Previene le rughe grazie alla presenza di sostanze insaponificabili che stimolano la produzione di collagene ed elastina, rendendo la pelle di viso e decolleté molto più elastica e tonica . Contrasta l’invecchiamento cellulare, per la sua azione contro i radicali liberi e contro gli agenti esterni come il vento e il freddo. Esso presenta inoltre proprietà cicatrizzanti e lenitive del dolore che lo rendono indispensabile in caso di piccole scottature, contusioni, dolori articolari e muscolari. In gravidanza, previene e riduce le smagliature localizzate su addome e senocome pure cura e lenisce le ragadi del seno durante l’allattamento. Inoltre, protegge la delicata pelle dei neonati da arrossamenti e irritazioni provocati dal pannolino. Uso per i capelli: Esegui un impacco su tutta la lunghezza dei capelli o solo sulle punte secche e lascialo in posa qualche minuto prima dello shampoo.
Ha anche una buona azione schermante dei raggi UV che gli conferisce la proprietà di blando filtro solare, proteggendo così la pelle dall’aggressione di radiazioni nocive.  Ottimo come balsamo per i capelli secchi e stressati per renderli più morbidi, oppure sul cuoio capelluto in caso di secchezza, irritazioni, dermatiti e forfora. Può essere usato anche al posto della lacca per fissare i boccoli oppure sostituire la cera fissante sui capelli corti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *